Gianluca M.

Sito web per Agenzia Immobiliare: come realizzare un progetto di successo

Visto l’enorme apprezzamento per il precedente articolo – che ti invitiamo a leggere – “come aprire un’agenzia immobiliare di successo” abbiamo deciso oggi di parlare dello strumento di marketing più potente a disposizione di un’Agenzia Immobiliare: il sito internet immobiliare.

Trascurato da molti professionisti immobiliari, risulta essere il punto di forza ed elemento differenziante di coloro che invece, ne hanno capito il reale valore.

Per questo motivo, se hai intenzioni di realizzare un sito internet, oppure stai organizzando il marketing per la tua Agenzia Immobiliare, ti invitiamo a dedicare qualche minuto alla lettura di questo articolo in cui saranno evidenziati i seguenti argomenti ponendoci delle domande

- Mercato immobiliare: come sono cambiate nel tempo le abitudini degli utenti?
- Sito web immobiliare: quali caratteristiche?
- Quanto costa un sito web professionale?
- Sito web e gestionale immobiliare: il connubio perfetto
- Sito internet online: il lavoro è terminato?
- A chi affidare la realizzazione del tuo sito web immobiliare?

Mercato immobiliare: come sono cambiate nel tempo le abitudini degli utenti

Prima di entrare nel dettaglio delle caratteristiche ideali di un sito internet e di spiegarne la sua importanza è doverosa una spiegazione sul mercato immobiliare in Italia.

Il metodo di ricerca di un immobile è cambiato rapidamente nel corso degli anni, spostandosi sempre di più verso l’online con un’impennata ulteriore dall’inizio della pandemia Covid-19.

Secondo vari studi, (l’ultimo pubblicato da Homestate) oltre il 70% degli italiani ricerca la propria casa online, effettuando ricerche dirette su Google o tramite l’accesso a siti web tradizionali.

Le parole chiave più gettonate sono “Agenzia Immobiliare a …” – “Case in Vendita a…” – “Appartamenti in Affitto a…” che consentono quindi ad ogni singolo utente di personalizzare la propria ricerca a piacimento ed ottenere i risultati ottimali per lui.

Ecco spiegato uno dei motivi per cui oggi l’utente predilige la ricerca online rispetto ai vecchi sistemi di ricerca tradizionali.

Questa premessa ti fa capire quanto sia importante la presenza online per un’Agenzia Immobiliare, se vuole rimanere al passo con i tempi. Un’altra considerazione importante da fare, è come il settore immobiliare, tra quelli commerciali, sia tra i più alti per tassi di concorrenza.

Non è un caso infatti, che solo nel 2020 (considerata per altro la pandemia) i professionisti di intermediazione immobiliare siano cresciuti del 6,63%.

Questa crescita costante, se da un lato è positiva, dall’altro deve farti riflettere sul come sia importante emergere e differenziarsi. Delle molte aperture annuali, vi sono anche tante chiusure di coloro che a causa di una mancanza di organizzazione e strategia, fanno fatica ad andare avanti.

Un valido aiuto arriva proprio dal sito web immobiliare. Ma…come deve essere, per poter risultare performante? Scopriamolo insieme.

Sito web immobiliare: quali caratteristiche?

Come ogni prodotto o servizio, anche i siti internet non sono tutti uguali. La stragrande maggioranza dei siti web immobiliari non funziona. Sono online come biglietti da visita e poco più.

Lo studio di un progetto efficace, non è per tutti e richiede elevate competenze, non solo di programmazione, ma anche – soprattutto – di web marketing immobiliare.

Per ottenere successo è indispensabile pensare prima della realizzazione a chi è il target da raggiungere, in quali zone, cosa vuoi ottenere (acquisizioni, aste immobiliari, vendite, locazioni etc…) ed infine quali saranno i canali successivi dove promuoverlo.

L’errore commesso da molti (qui una nota di demerito va assegnata ai web master) è di lasciar guidare il cliente oppure di concentrarsi quasi esclusivamente sul design.

Il risultato è di ottenere siti web che non accolgono le esigenze del visitatore, non trasmettono autorevolezza, e che non risultano fluidi e concreti durante la loro fruizione. Ancora peggio, sono l’uno la copia dell’altro.

Navigando i vari siti web, si trovano infatti, contenuti auto celebrativi (che non interessano al cliente focalizzato sull’immobile da trovare), lentezza (a causa dell’eccessivo utilizzo di foto e scarsa programmazione), bassa intuitività, copie speculari tra un sito e un altro, mancanza di informazioni, legate agli immobili ed alla loro ricerca dettagliata.

Studi, innumerevoli prove effettuate ed anni di esperienza, per considerarsi davvero efficace, ad un sito web sono necessari:

1. Tempo di caricamento pagine tra 1s e max 3s

Google rileva che già all’avvicinarsi dei 3 secondi di caricamento di una pagina (soprattutto da mobile) si rischia una perdita del 32% degli utenti.
Il risultato è chiaro: gli utenti non sono disposti ad aspettare, e se il tuo sito non è performante andranno altrove a cercare la stessa informazione. 

2. Visualizzazione Mobile first: questa è una prassi ancora troppo poco utilizzata. L’80% degli utenti oggi naviga da dispositivi mobili, come puoi pensare ancora a costruire prima il sito web da Desktop?

Non solo! Google ha evoluto nel tempo il suo algoritmo. Oggi il nuovo indice Mobile-First Index premia siti web che hanno una versione mobile ricca di contenuti come la versione desktop rispetto ai siti web con una versione mobile meno ricca di contenuti.

3. I contenuti prima di tutto. Un copy attrattivo fa la vera differenza.

Circa 15 secondi. E’ questo il tempo che hai a disposizione per catturare l’attenzione del visitatore e far sì che continui a esplorare il tuo sito più in profondità o andarsene alla concorrenza. 

4. Presenza del BLOG, Servizi di utilità e Download di contenuti informativi gratuiti. Questi 3 elementi se ben congeniati, ti differenziano dai competitors, ti rendono autorevole agli occhi dei visitatori e consentono di far leva sui proprietari di immobili.

5. Predisposizione per il Marketing. I canali pubblicitari come Google e Facebook, sono attentissimi a valutare ogni pagina di atterraggio assegnando dei punteggi di qualità: il sito web deve rispettare precisi criteri per ottenere un punteggio di qualità elevato. 

6. Filtri di ricerca, elenchi immobili e schede immobili, devono essere studiati nei minimi particolari come fanno i Portali Immobiliari più blasonati. Scena poca, concretezza tanta.

Nei paragrafi successivi di questa guida informativa, spiegheremo come i siti web realizzati con CMS come WordPress, non siano per niente adatti a soddisfare il punto 6 sopra elencato.

Quanto costa un sito web immobiliare professionale?

Una delle domande frequenti che ci vengono poste fin dal primo colloquio è proprio questa: quanto mi costa un sito internet con queste caratteristiche?

La “marzullesca” risposta è sempre una: dipende.

Ogni progetto web è diverso ed i costi variano molto in base al numero di pagine, alla grafica concordata e soprattutto a quanto dovrà performare sul web.

In linea generale comunque, il prezzo può oscillare tra i 2000 e i 4000 euro.

Parlare di “costo” è per altro un errore: un sito web professionale è un investimento che nel giro di pochi mesi si ripagherà ampiamente da solo.

L’Agenzia Immobiliare è la tua fonte di reddito, merita di essere presente sul web, nella maniera più professionale possibile.

Sito web e Gestionale Immobiliare: il connubio perfetto

Il miglior modo per alimentare un sito internet per Agenzie Immobiliari è senza ombra di dubbio quello di avere come “motore” un Gestionale Immobiliare.

Questa cosa non viene mai spiegata da nessuno e per questo vogliamo farlo noi oggi.

L’errore commesso di frequente è quello di commissionare la realizzazione del sito web all’amico di fiducia, al web master di zona e via dicendo…

Se in linea di principio non c’è nulla di negativo (a patto di rispettare tutte le prerogative spiegate in precedenza) vi è un problema insidioso: cosa accade quando dopo aver realizzato il sito web, decidi di acquistare un Software Gestionale?

Qui iniziano i drammi. Per far comunicare i 2 sistemi serve l’utilizzo di un file chiamato XML dove nella stragrande maggioranza dei casi, il web master di turno non sa da che parte rifarsi per gestirlo.

Il cliente a quel punto si vede costretto a dover rifare nuovamente il sito web.

Anche nei casi in cui, il web master sia in grado di elaborare gli XML, il conto presentato a fine lavoro non è mai a buon mercato.

Se a maggior ragione il sito web viene realizzato tramite CMS in stile WordPress, oltre all’enorme problema della sincronizzazione sito e gestionale, vi si aggiunge anche la questione legata alla funzionalità: sia che venga acquistato una Tema WordPress, piuttosto che venga costruito “manualmente” attraverso l’utilizzo di un Page Builder, WordPress non è idoneo alla corretta Gestione degli immobili e dei filtri di ricerca necessari.

La mole di dati che un Gestionale Immobiliare è in grado di inviare al sito web, si scontra fortemente con i limiti offerti dalla piattaforma WordPress.

Per dovere di cronaca segnaliamo un dettaglio: noi di A.R.E.A. Software Immobiliare per accogliere l’esigenza dei possessori di sito web WordPress (senza doverli costringere a rifare da capo il sito web) abbiamo sviluppato un PLUGIN WordPress dedicato, che sincronizza automaticamente gli immobili al sito.
Non è ovviamente la soluzione migliore, ma è meglio di niente.

Concludiamo questa parte indicando anche un ultimo vantaggio della soluzione sito / gestionale insieme. A livello SEO (ricerca organica di Google) avere un database unico su un solo spazio Server, è visto da Google come elemento di favore e affidabilità. (lo vuoi mettere davvero? Per noi non sarà così, inoltre wordpress è perfetto per avere tutto su uno spazio unico…)

Sito Internet pubblicato online: il lavoro finisce qui?

Una volta pubblicato il sito web, il lavoro non è affatto finito, anzi…è appena iniziato.

E’ bene ricordare infatti, che pubblicato il sito, non si ha nessun nuovo cliente in più rispetto a prima.

Da quel momento in poi inizia la vera fase di web marketing, finalizzata alla ricerca di acquisizione di immobili e di acquirenti, in cerca di un immobile da comprare o prendere in locazione.

Esistono 3 fasi in cui suddividere il lavoro: breve, medio e lungo periodo.

Alcune operazioni come le campagne su Google ADS o Facebook ADV sono estremamente efficaci fin da subito.

Piani editoriali Facebook e BLOG, sono da considerarsi propedeutici per il medio e lungo periodo ed infine, il posizionamento SEO in ricerca organica Google è quello da includere nel lungo periodo.

Un progetto nato correttamente fin da subito, tanto per darti un’idea, può portarti ad ottenere nel corso di 12 / 18 mesi, un volume di 10.000 mila visite mensili sul sito web, con circa 200 / 250 contatti mensili.

Se si prendono come riferimento le locazioni, questi numeri crescono in misura esponenziale.

A chi affidare la realizzazione del tuo sito web immobiliare?

Per la buona riuscita del tuo progetto ed ottenere i risultati letti in questa guida informativa, è fondamentale non sbagliare la scelta.

Il nostro consiglio è di affidarsi innanzitutto ad esperti del settore immobiliare. Essere un buon programmatore o un estroso designer non è sufficiente.

Il mercato immobiliare ha una sua logica di funzionamento, da conoscere in misura approfondita.

Dopodiché riteniamo importante consigliarti di verificare i progetti pregressi già realizzati, per valutarne la qualità e l’efficacia. Non fidarti delle promesse e delle chiacchiere, valuta i numeri!

Quello che contano sono i risultati. Noi abbiamo decine di Case History mostrate ogni volta con entusiasmo a chi ci richiede una consulenza gratuita.

Questa guida giunge al termine. La speranza è di averti chiarito le idee sull’importanza di avere un sito web immobiliare professionale, sulle sue caratteristiche e sugli errori evitare.

Ti ricordiamo inoltre, la nostra completa disponibilità per qualsiasi ulteriore dubbio o chiarimento.

Tags: SEO, Google, Web, Brand, User Experience, Content